Cerca brano o autore

Ti piace "Citazioni&Poesie"?

Aiutaci a far conoscere il nostro sito! Dillo ai tuoi amici:

Puoi anche seguire la nostra pagina Facebook o scriverci un messaggio:

 

Il Museo della Bomba mi riempì di stupore. Per quanto si sappia tutto, i dettagli della vicenda sono al di là di ogni immaginazione. In quel museo, le cose vengono presentate con un’efficacia che sconfina nella poesia: si parla di quel treno che, il 6 agosto 1945, viaggiava lungo la costa in direzione di Hiroshima, trasportando, tra gli altri, i pendolari del mattino. I viaggiatori guardavano indolenti la città dai finestrini dei vagoni. Poi il treno entrò in una galleria e, quando ne riemerse, i pendolari videro che Hiroshima non c’era più.

 


Se il brano ti é piaciuto, condividilo con i tuoi amici:

Altri racconti su "Citazioni&Poesie"

Smith & Wesson

  Guardi che le parole sono piccole macchine molto esatte, mi creda, se uno non le sa usare, t...

Noi

  "Porta aperta, sì?" "Ma certo." E a quel punto rimasi da solo. Il pregio fondamentale della scon...

  Succede nella vita di sentirsi perduti, finiti. Sentire che ci siamo frantumati in mille pez...

Autori e Musicisti presenti nel Sito

Follow Us

Segui la nostra pagina social cliccando sul tasto "Mi Piace" e condividi i tuoi brani preferiti con la nostra Community!